Dr. Ruggero Trevisan Medico Chirurgo Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Dr. Ruggero TrevisanMedico Chirurgo Specialista in Ostetricia e Ginecologia

 

Incontinenza urinaria

 

 

L’incontinenza urinaria è la incapacità di trattenere l’urina nella vescica.

L’incontinenza urinaria è molto più frequente di quanto si pensi ,le pazienti in genere non ne parlano tra loro , e spesso non riferiscono questo disturbo neanche al ginecologo, a meno che questo non lo chieda specificatamente.

Se soffrite di questo disturbo non siete le sole , si valuta  che circa un terzo delle donne manifesti questo problema.

Le donne ne sono affette molto più degli uomini ,per una costituzione anatomica del loro apparato urinario.

Nella analoga fascia di età ,i maschi  soffrono invece più spesso di ritenzione d’urina, a causa dell’ipertrofia prostatica.

L’incontinenza urinaria è un disturbo che influisce negativamente sulla qualità di vita della donna , oltre che procurare  problemi di igiene.

I parti specie se multipli e l’atrofia delle mucose vulvovaginali ma anche vescicale che subentra in menopausa  giocano ruoli fondamentali nei meccanismi dell’incontinenza urinaria.


Esistono due tipi fondamentali di incontinenza urinaria:

  • l’incontinenza da sforzo
  • l’incontinenza da urgenza.

L’incontinenza da sforzo si manifesta in seguito all’aumento della pressione addominale , come avviene nello sternuto, nella tosse ecc, è dovuta all’abbassamento del piano vescicale quale conseguenza di parti ,ma anche all’invecchiamento delle strutture muscolari di sostegno.

L’incontinenza d’urgenza è invece dovuta a contrazioni involontarie ed irrefrenabili della vescica ,che spesso non riconoscono una causa apparente (vescica iperattiva).

  • Esistono anche forme di incontinenza mista in cui i due fattori coesistono.

 

 L’incontinenza urinaria ovviamente non è una condizione che mette a rischio la vita della Paziente, ma è un  fattore  di forte impatto nella qualità della vita sociale delle pazienti. Esse infatti regolano le loro attività  in relazione al disagio che l’incontinenza provoca, ad esempio si muovono sono nei luoghi dove sanno che c’è un bagno. Ciò limita fortemente la loro attività sociale , ricreativa ed anche sessuale.

 

 

Possiamo classificare l’incontinenza in quattro gradi:

minima: la Paziente non usa pannolini e l’attività sociale non è compromessa

modesta:uso saltuario e attività non compromessa

discreta: uso costante  di pannolini , l’attività comincia ad essere compromessa

grave:uso continuo ed attività sociali e lavorative pesantemente compromesse.

 

Per saperne di più:

 

Per qualsiasi dubbio o consulenza  può contattare  l’ostetrica Elena Bisinella 

studiomedico.drtrevisan@gmail.com  

pelena10@yahoo.it

 o al cell. 349.561.97.49

 

Dr. Ruggero Trevisan
Via Trieste, 14 
36061 Bassano del Grappa

Tel. 0424/512206

 

Cell. 334/951.25.52

E-mail:

studiomedico.drtrevisan

@gmail.com

 

pelena10@yahoo.it Dr.ssa Elena Bisinella Ostetrica

Orari di visita

riceve su appuntamento telefonico

Chi siamo

Il Dr. Ruggero Trevisan,

Medico chirurgo

Specialista in Ostetricia e Ginecologia. 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Dr. Ruggero Trevisan Via Trieste, 14; 36061 Bassano del Grappa