Dr. Ruggero Trevisan Medico Chirurgo Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Dr. Ruggero TrevisanMedico Chirurgo Specialista in Ostetricia e Ginecologia

LA “MINIPILLOLA”.

Il termine “ mini pillola” viene comunemente utilizzato per indicare la pillola anticoncezionale che contiene esclusivamente progestinico e  si differenzia dalla pillola tradizionale perché quest’ultima contiene sia un  progestinico che un estrogeno e per questo viene anche chiamata combinata.

La mini pillola è efficace al 99,9% nel prevenire la gravidanza al pari della pillola contraccettiva tradizionale.

La presenza di un solo principio attivo rende questo dispositivo di contraccezione particolarmente indicato per le donne che stanno allattando, le fumatrici, per chi soffre di dolori mestruali o per chi ha superato i 35 anni.

Diversi sono i  meccanismi di azione contraccettiva: inibizione della ovulazione,  ispessimento del muco della cervice uterina, , e modificazioni dell’endometrio .

Come assumere la minipillola?

  • Assumere la minipillola a partire dal 1° giorno del ciclo
  • Proseguire l’assunzione con una compressa al giorno, preferibilmente alla stessa ora.
  • Finita una confezione iniziarne un’ altra senza nessuna pausa di sospensione.
  • Se si allatta e non si è avuto ancora il ciclo, iniziare la minipillola in qualsiasi giorno, ma utilizzare un metodo contraccettivo aggiuntivo nella prima settimana.

Cosa fare se si è dimenticato di assumere la minipillola?

  • Se sono passate meno di 12 ore prendere la minipillola prima possibile  e quella successiva alla solita ora (efficacia contraccettiva mantenuta).
  • Se sono passate più di 12 ore , prendere la pillola prima possibile e la seconda alla solita ora , anche ciò significa assumere due pillole lo stesso giorno, l’efficacia contraccettiva non è garantita nel mese successivo.

Cambiamenti del ciclo.

L’assunzione continuativa della minipillola potrebbe influire sul profilo dei sanguinamenti uterini.Alcune donne notano una diminuzione dei flussi, altre invece un aumento, che tende però a normalizzarsi col tempo. Nonostante questi sanguinamenti  possano essere fastidiosi, non c’è da preoccuparsi : non significa che la minipillola non stia funzionando.

Se il ciclo scompare?

Alcune donne che assumono la minipillola cessano di avere sanguinamenti ciclici, ma ciò non è preoccupante, bisogna continuare ad assumere il farmaco  e consultare eventualmente  il ginecologo.

Come per tutti i farmaci anche la mini pillola può dare luogo ad effetti indesiderati. Durante il primo periodo di assunzione per esempio sono stati riscontrati alcuni lievi disturbi, che tendono tuttavia a scomparire autonomamente una volta che il corpo si è abituato all’utilizzo di questo contraccettivo orale.

Fra i disagi più comuni causati dal farmaco vi sono sbalzi d’umore, calo del desiderio sessuale, irregolarità del ciclo mestruale, dolorabilità del seno ed emicrania.

ertical-align:baseline'>Cosa fare se si è dimenticato di assumere la minipillola?

 

  • Se sono passate meno di 12 ore prendere la minipillola prima possibile  e quella successiva alla solita ora (efficacia contraccettiva mantenuta).
  • Se sono passate più di 12 ore , prendere la pillola prima possibile e la seconda alla solita ora , anche ciò significa assumere due pillole lo stesso giorno, l’efficacia contraccettiva non è garantita nel mese successivo.

Questo anticoncezionale che nel suo principio attivo contiene esclusivamente progestinici può essere una valida alternativa per quelle donne che hanno mostrato di non tollerare ,o  che per alcune patologie o problematiche non possono utilizzare la pillola tradizionale.

Inoltre può essere utilizzata anche durante il periodo di allattamento.

Bisogna consultare il ginecologo:

  • In caso di vomito o diarrea
  • Se si deve prendere antibiotici o lassativi
  • Se si osservano disturbi che prima erano assenti, come aumento della pressione arteriosa, ritenzione di liquidi, emicrania, disturbi al fegato.

 

Se si desidera una gravidanza?

Si può affrontare una gravidanza in tutta tranquillità, basta sospendere la minipillola un mese prima.

 

Di seguito un elenco con i principali vantaggi della mini-pillola:

Vantaggi:

  • non è riscontrata alcuna alterazione del ph vaginale
  • non interferisce con la coagulazione del sangue, con il colesterolo, o con la pressione arteriosa
  • non aumenta la ritenzione idrica quindi non favorisce la comparsa di cellulite
  • non provoca secchezza delle palpebre
  • la dolorabilità al seno che è possibile riscontrare nei primi tempi dall’assunzione tende a sparire dopo pochi giorni
  • Può essere utilizzata sin dai primi giorni dopo il parto perché, a differenza di quella contenente estrogeni, non interferisce con l’allattamento
  • È indicata nelle donne sopra i 35 anni di età

 

 

Alcune domande:

Il mio peso aumenterà?

E’ altamente improbabile una variazione di peso(non sono presenti estrogeni)

Ci sono possibili effetti collaterali?

sono possibili anche se rari alcuni effetti collaterali, ad esempio:  cefalea, nausea, tensione al seno, cambiamenti di umore

Posso usare la mini pillola in allattamento?

La minipillola può essere assunta anche in donne che allattano al seno

 

 

 

Dr. Ruggero Trevisan
Via Trieste, 14 
36061 Bassano del Grappa

Tel. 0424/512206

 

Cell. 334/951.25.52

E-mail:

studiomedico.drtrevisan

@gmail.com

 

pelena10@yahoo.it Dr.ssa Elena Bisinella Ostetrica

Orari di visita

riceve su appuntamento telefonico

Chi siamo

Il Dr. Ruggero Trevisan, Specialista in Ostetricia e Ginecologia. 

E' Direttore della Struttura Semplice di Diagnosi Prenatale presso l'Ospedale San Bassiano di Bassano del Grappa (Vicenza). 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Dr. Ruggero Trevisan Via Trieste, 14; 36061 Bassano del Grappa