Dr. Ruggero Trevisan Medico Chirurgo Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Dr. Ruggero TrevisanMedico Chirurgo Specialista in Ostetricia e Ginecologia

ALIMENTAZIONE IN GRAVIDANZA

La gravidanza è in generale un evento fisiologico, ma ciò non toglie che una sana ed equilibrata alimentazione sia indispensabile per un suo normale decorso.

L’alimentazione ha un ruolo di fondamentale importanza durante tutta la gravidanza, sia per il benessere della gestante, sia per quello del bambino. Bisogna quindi imparare a scegliere cibi di qualità cercando di introdurre giornalmente tutti i vari tipi di nutrienti: dai carboidrati alle proteine, dai grassi alle vitamine e ai Sali minerali.

Occorrerà smentire inoltre diffuse credenze sulla qualità , ma soprattutto sulla quantità del cibo da assumere durante la gestazione.

Il vecchio detto per cui in gravidanza occorre “mangiare per due” è forse il più classico dei luoghi comuni da sfatare, così come la mancata assunzione di un determinato cibo possa far comparire degli angiomi sulla cute del neonato (le voglie).

Oltre ad un eccessivo aumento di peso ( difficile poi da smaltire dopo il parto ) una alimentazione non corretta rappresenta un fattore di rischio per numerose patologie materne della gravidanza (come il diabete gestazionale e l’ipertensione arteriosa) e fetali (difetti di accrescimento e metabolici). L’eccessivo aumento dell’indice di massa corporea inoltre è un fattore di rischio per il travaglio ed il parto e aumenta la probabilità di dover ricorrere al taglio cesareo

 

Oltre a scegliere cibi di qualità ,è importante che la dieta sia equilibrata ,contenete cioè tutte le classi di nutrienti(zuccheri,vitamine, proteine,Sali minerali ed in piccola quantità anche grassi).Non bisognerebbe aumentare più di 10/12 kg in tutta la gravidanza, tenendo però presente che l’aumento ponderale sarà concentrato soprattutto durante il 3° trimestre di gestazione.

 

 

Consigli alimentari

  1. E’ preferibile fare 5 pasti piccoli e frequenti (colazione, spuntino a metà mattina, pranzo, spuntino a metà pomeriggio, cena), evitando digiuni prolungati così come le abbuffate.
  2. La digestione in gravidanza è fisiologicamente più lenta, mangiate lentamente masticando bene.
  3. Nel 1 trimestre in caso di nausea e vomito preferite cibi secchi ( grissini, fette biscottate ecc.)
  4. Tra i glucidi preferite il pane e la pasta, riducete invece l’apporto di zuccheri semplici come i dolci e le bibite gassate.
  5. E’ importante  l’introduzione quotidiana di proteine: carne, meglio se bianca, pesce uova e formaggi.
  6. Tra i grassi preferire l’olio di oliva.
  7. Ovviamente molta verdura e frutta fresche.
  8. NON ASSUMERE ALCOLICI: l’alcool passa facilmente la barriera placentare e danneggia il cervello del feto. Il vino non previene l’anemia , né la birra favorisce l’allattamento futuro.
  9. E’ consigliato bere almeno 2 litri di acqua al giorno, ciò favorisce la funzionalità renale e riduce il rischio di infezioni delle vie urinarie, che risultano essere più frequenti in gravidanza. L’adeguata idratazione assieme alla dieta ricca di scorie aiuta a prevenire i problemi di stitichezza.
  10. Limitare l’assunzione di cibi fritti

 

 

 

Integratori vitaminici

 

Già prima del concepimento è consigliata l’assunzione di acido folico.

E’ una vitamina del gruppo B che riduce il rischio di alcune malformazioni fetali, in particolare una grave malformazione del sistema nervoso chiamata spina bifida. Il dosaggio è di 0,4 mg di acido folico al giorno . E’ meglio iniziare l’assunzione già quando si cerca la gravidanza e continuare fino almeno al 3° mese di gravidanza, anche se sarebbe preferibile la sua assunzione fino al termine della gestazione.

 

 


Alimentazione in caso di Toxotest negativo

 

Il toxoplasma è un protozoo presente in molti mammiferi ed uccelli.  Il Toxoplasma gondiivive in genere nel tratto intestinale del gatto, che si infetta cibandosi di carne di piccoli roditori.

 

  • Meglio evitare salumi ed insaccati (prosciutto crudo, prosciutto cotto, salame, ecc),così come  carni poco cotte (es  roast-beef).
  • Assumere  solo uova cotte, né mangiare cibi preparati con uova crude (dolci tipo tiramisù, gelati preparati con uova o salse tipo maionese).
  • Lavare accuratamente frutta e verdura, meglio se con un cucchiaio di bicarbonato disciolto nell’acqua di lavaggio. (bicarbonato non euclorina).
  • Lavare bene le mani prima i portarle alla bocca e dopo aver toccato carni crude.
  • Non è necessario allontanare il gatto da casa.

 

Norme igieniche generali

 

Le infezioni gastrointestinali rappresentano in gravidanza una patologia  frequente e potenzialmente pericolosa. Le normali norme igieniche e precauzionali vanno rispettate sempre, ma ancora di più durante la gestazione. Esse sono fondamentali per la prevenzione di molte infezioni pericolose, come la Toxoplasmosi ma non solo.

La pulizia delle mani  è forse il primo e più importante dei presidi di prevenzione delle infezioni, soprattutto prima di mangiare, o  quando in cucina si maneggia  carne o pesce crudo o verdura, specie se sporca di terra.

Non mangiare cibi di cui non si conosce la provenienza, soprattutto durante viaggi in paesi esotici.

Se si viene  a contatto con piante o terra, cercare  di indossare sempre guanti di gomma e lavarsi successivamente molto bene le mani con attenzione particolare alla pulizia delle unghie.

 

 

 

Dr. Ruggero Trevisan
Via Trieste, 14 
36061 Bassano del Grappa

Tel. 0424/512206

 

Cell. 334/951.25.52

E-mail:

studiomedico.drtrevisan

@gmail.com

 

pelena10@yahoo.it Dr.ssa Elena Bisinella Ostetrica

Orari di visita

riceve su appuntamento telefonico

Chi siamo

Il Dr. Ruggero Trevisan, Specialista in Ostetricia e Ginecologia. 

E' Direttore della Struttura Semplice di Diagnosi Prenatale presso l'Ospedale San Bassiano di Bassano del Grappa (Vicenza). 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Dr. Ruggero Trevisan Via Trieste, 14; 36061 Bassano del Grappa