Dr. Ruggero Trevisan Medico Chirurgo Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Dr. Ruggero TrevisanMedico Chirurgo Specialista in Ostetricia e Ginecologia

 

DALLA POSIZIONE NATURALE, ALLA POSIZIONE ORRIZZONTALE E AL RITORNO DELLA POSIZIONE NATURALE

La storia ci tramanda che fin dai tempi antichi, il parto era tenuto in alta considerazione, la donna era circondata dalle donne dell’intera comunità che partecipavano e aiutavano a gestire l’evento. Ogni donna sceglieva dove partorire e la posizione da assumere durante il parto.

I dipinti e le incisioni che risalgono a prima del rinascimento raffigurano scene di parto in cui la donna è in posizione libera (in piedi, accovacciata, sostenuta da un’altra donna, a carponi…).

Nelle grandi civiltà del passato troviamo diverse testimonianze di parto attivo: passando dal periodo egizio in cui la parola “partorire” veniva rappresentata in geroglifico da una donna accovacciata; alla cultura greca ed azteca in cui troviamo statuette che raffigurano donne che partoriscono in posizione accovacciata; alle sculture indiane che raffigurano donne che partoriscono in piedi sorrette da altre donne; alle donne accovacciate dipinte nella preistoria.

La posizione litotomica (distesa nel letto) nasce alla fine del medio evo, quando le donne nobili decisero che partorire “comodamente” nel loro letto era un modo per distinguersi dalla plebe.

Dalla fine del 1600 la posizione litotomica veniva sempre più favorita fino a diventare abitudine nella pratica comune per facilitare gli operatori. Le donne si trovarono così a partorire in una posizione non naturale e senza il loro cerchio di “sorellanza”, delegando il loro parto e non partecipando più in modo attivo, fino ad arrivare all’ospedalizzazione del parto. 

Negli ultimi anni si è ricominciato a discutere sulla posizione del parto e si è ricominciato a ridare alle donne la possibilità di movimento durante il travaglio e la possibilità di scegliere come (e dove) partorire. La risposta fisiologica al dolore è il movimento, la libertà di movimento ci permette di assumere istintivamente le posizioni più antalgiche, proteggendo noi stesse ed il nostro bambino da mal-posizioni e da eccessiva compressione sulla testa.

La stessa OMS ha dichiarato che:  "Non è raccomandabile che la donna gravida sia posta nella posizione litotomica dorsale durante travaglio e parto. Il camminare durante il travaglio dovrebbe essere incoraggiato ed ogni donna deve decidere liberamente la posizione da adottare durante il parto".

Dr. Ruggero Trevisan
Via Trieste, 14 
36061 Bassano del Grappa

Tel. 0424/512206

 

Cell. 334/951.25.52

E-mail:

studiomedico.drtrevisan

@gmail.com

 

pelena10@yahoo.it Dr.ssa Elena Bisinella Ostetrica

Orari di visita

riceve su appuntamento telefonico

Chi siamo

Il Dr. Ruggero Trevisan, Specialista in Ostetricia e Ginecologia. 

E' Direttore della Struttura Semplice di Diagnosi Prenatale presso l'Ospedale San Bassiano di Bassano del Grappa (Vicenza). 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Dr. Ruggero Trevisan Via Trieste, 14; 36061 Bassano del Grappa